Molto spesso, quando andiamo in un bar, o al ristorante a fine pasto, chiediamo il nostro desiderato caffè.



Chi lo chiede ristretto, lungo, macchiato, corretto, in tazza, tazza grande, al vetro e chi shakerato non mescolato (ma qui è un altro film!!).




Il caffè al vetro, ultimamente è sempre più richiesto, nonostante una grande percentuale non rinuncia alla tradizionale tazzina in ceramica (o porcellana).



La grande differenza rispetto alla tazzina è tutto nel corpo centrale, che è trasparente.



Proprio per questo aspetto, consente metaforicamente parlando, di iniziare a “gustare” prima il caffè, già a livello estetico, osservando il suo colore scuro con la schiuma in superficie (tendente al nocciola), magari con un po' di fumo che fuoriesce.

Un’immagine meravigliosa, la quale accentua ancora di più la mia voglia di caffè!




Un vero e proprio piacere per gli occhi degli amanti del genere!




D’altro canto però, la tazzina non permette di apprezzare il caffè in maniera così approfondita e completa.




Attraverso il vetro è possibile vedere la densità, il colore e la consistenza della schiuma, permettendo così di avere un idea della qualità del caffè. Proprio per questo molti esperti potrebbero preferire il bicchierino alla tradizionale tazzina.




TIPS:



"Piccolo consiglio per capire se la qualità del caffè è elevata. Se la schiuma persiste con una certa densità significa che la qualità del caffè è ottima."




Quelli che si considerano “puristi” non ammettono eccezioni, per quanto puoi convincerli, spronarli o stimolare in loro un interesse: il caffè si beve nella tazzina in ceramica o in porcellana, è cosi da sempre e non ci sarà nulla per fargli cambiare idea.




Questo tipo di tazzine sono state pensate appositamente per il caffè, dunque per esaltarne al meglio il sapore e l’aroma; bevuto all’interno di altri contenitori, il caffè non sarebbe la stessa cosa.




A differenza dei bicchierini in vetro le tazzine, sono più spesse ( e pesanti), e quindi trattengono meglio il calore del caffè, consentendo di sorseggiarlo più a lungo, con il vetro questo non avviene, in quanto tende a raffreddarsi prima e quindi non ci si può soffermare troppo a lungo a sorseggiare come con la tazzina.

Inoltre le proprietà organolettiche con la tazzina rimangono più a lungo permettendo di gustarlo al meglio.




Infine, non c’è una risposta alla domanda tra chi è meglio tra i due.




La scelta è sempre soggettiva, la cosa più importante è che il caffè sia buono!




#mthlatuapausa