METHODO PER UNA PAUSA SICURA

Pausa sicura

Tutti i Ns operatori nello svolgimento delle proprie mansioni, sono stati dotati di presidi specifici, quali disinfettanti, guanti monouso e mascherine. 

Ad ogni passaggio per rifornimento/assistenza tecnica i distributori vengono sanificati internamente ed esternamente con prodotti specifici, quali l’oxisan detergente igienizzante

Cosa si intende per sanificazione dei distributori automatici?

L’art. 1 del DM 274/1997 definisce: attività di pulizia: quelle che riguardano il complesso di procedimenti ed operazioni atti a rimuovere polveri, materiale non desiderato o sporcizia da superfici, oggetti, ambienti confinati ed aree di pertinenza; attività di disinfezione: quelle che riguardano il complesso dei procedimenti ed operazioni atti a rendere sani determinati ambienti confinati ed aree di pertinenza mediante la distruzione o inattivazione di microrganismi patogeni; attività di sanificazione: quelle che riguardano il complesso di procedimenti ed operazioni atti a rendere sani determinati ambienti mediante l’attività di pulizia e/o disinfezione e/o di disinfestazione…

Occorre quindi procedere ad ogni rifornimento o manutenzione ad una accurata pulizia ordinaria (acqua e detergenti comuni) e poi al termine del rifornimento o dell’assistenza e prima di uscire, sanificare con un prodotto che risponde alle caratteristiche specifiche.

Quali sono le indicazioni per l’accesso degli operatori presso i clienti e dei fornitori esterni presso l’azienda di gestione?

Il Protocollo contiene, fra l’altro, alcune istruzioni che regolamentano le modalità di accesso dei fornitori esterni all’interno dei locali aziendali.

Tali istruzioni dunque possono essere attuate, sia dalle Aziende Clienti nei confronti degli operatori, sia dall’Azienda di gestione per disciplinare l’accesso, nei propri locali, di fornitori esterni.

Per l'accesso di fornitori esterni individuare procedure di ingresso, transito e uscita, mediante modalità, percorsi e tempistiche predefinite, al fine di ridurre le occasioni di contatto con il personale in forza nei reparti/uffici coinvolti

• Se possibile, gli autisti dei mezzi di trasporto devono rimanere a bordo dei propri mezzi: non è consentito l'accesso agli uffici per nessun motivo. Per le necessarie attività di approntamento delle attività di carico e scarico, il trasportatore dovrà attenersi alla rigorosa distanza di un metro

• Per fornitori/trasportatori e/o altro personale esterno individuare/installare servizi igienici dedicati, prevedere il divieto di utilizzo di quelli del personale dipendente e garantire una adeguata pulizia giornaliera

• Va ridotto, per quanto possibile, l'accesso ai visitatori; qualora fosse necessario l'ingresso di visitatori esterni (impresa di pulizie, manutenzione...), gli stessi dovranno sottostare a tutte le regole aziendali, ivi comprese quelle per l'accesso ai locali aziendali […]

• Ove presente un servizio di trasporto organizzato dall'azienda va garantita e rispettata la sicurezza dei lavoratori lungo ogni spostamento.

• Le norme del presente Protocollo si estendono alle aziende in appalto che possono organizzare sedi e cantieri permanenti e provvisori all'interno dei siti e delle aree produttive

• In caso di lavoratori dipendenti da aziende terze che operano nello stesso sito produttivo (es. manutentori, fornitori, addetti alle pulizie o vigilanza) che risultassero positivi al tampone COVID-19, l'appaltatore dovrà informare immediatamente il committente ed entrambi dovranno collaborare con l'autorità sanitaria fornendo elementi utili all'individuazione di eventuali contatti stretti.

• L'azienda committente è tenuta a dare, all'impresa appaltatrice, completa informativa dei contenuti del Protocollo aziendale e deve vigilare affinché i lavoratori della stessa o delle aziende terze che operano a qualunque titolo nel perimetro aziendale, ne rispettino integralmente le disposizioni”.